21-09-13

home page

corsi padi

corsi h.s.a.

dove sono

foto

contatti

protezione civile

video

Piscina 

 

           logo HSA - Handicapped scuba association

 

Le attività subacquee per persone con disabilità fisiche compiono i primi passi in Italia verso la fine degli anni Settanta. Si tratta inizialmente di esperienze individuali, isolate, caratterizzate da metodi tecnici e didattici personali. Sono iniziative create ad hoc, per esigenze specifiche, non coordinate tra loro, e spesso le motivazioni sono legate all'affetto per un amico o per un parente.

Verso la fine degli anni Ottanta, anche in Italia, si delineano le condizioni per la nascita della prima organizzazione per la diffusione della subacquea per disabili con il nome di Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili. Un organizzazione che i fondatori hanno voluto funzionale, diretta, snella e non appesantita da sovrastrutture burocratiche. Un organizzazione che permettesse sempre di mettere al centro dell'azione l'individuo con la sua personalità, creando e promuovendo le condizioni per accogliere il desiderio di partecipazione, non frenando gli entusiasmi e la gioia nel fare, ma operare per la loro crescita e realizzazione in un contesto sicuro. L'associazione accoglie al suo interno la nascita e lo sviluppo della agenzia italiana di HSA, Handicapped Scuba Association International, diffusasi negli USA e in oltre 45 paesi del mondo.

Nasce così una struttura, un organizzazione specifica, dedicata con una didattica e una serie di standard che permettono anche di codificare le prestazioni fisiche degli allievi partecipanti ai corsi sub e di sviluppare una certificazione multilivello in grado di coprire uno spettro molto ampio di disabilità fisiche. I corsi sono fortemente personalizzati e consentono, con particolari tecniche di insegnamento e l'applicazione di standard mirati, di brevettare subacquei con vari tipi e diversi livelli di disabilità.
L'associazione riceve il plauso in vari contesti e da molti personaggi di spicco del mondo della subacquea che vi aderiscono dando il loro sostegno. Per lo sviluppo degli scopi sociali stringe alleanze e sinergie con enti pubblici e privati, associazioni di settore e ambientaliste, con le quali vengono promossi sul territorio nazionale convegni, gare, informative mirate e promozione. Nel corso degli anni si moltiplicano le iniziative per sensibilizzare l'opinione pubblica e gli addetti ai lavori. Si mettono a disposizione di tutti le conoscenze e i materiali didattici affinché il beneficio di questa attività, portata avanti da persone capaci dotate di ferrea volontà, vada soprattutto alla collettività.

Oggi in Italia, dopo più di 18 anni di intensa attività organizzata, possiamo dire con certezza che si è creata una cultura positiva, un ampio, forte e strutturato movimento sulle attività subacquee per persone con disabilità fisiche. Un movimento che, come una sorta di volano ormai inarrestabile, ha stimolato oggi la nascita di altri gruppi. Il tempo ha dato ragione a chi ha fermamente creduto già dalla metà degli anni Ottanta alle stupende possibilità che la subacquea offre alla persona disabile.

Brevetto Open Water

Nei paesi occidentali si stima che il 15% circa della popolazione, statisticamente è considerato "portatore di handicap" in seguito a malattia o incidente. Questo nel mondo significa MILIONI di persone, molte delle quali sono assolutamente in grado di praticare la subacquea.

Nei paesi occidentali si stima che il 15% circa della popolazione, statisticamente è considerato "portatore di handicap" in seguito a malattia o incidente. Questo nel mondo significa MILIONI di persone, molte delle quali sono assolutamente in grado di praticare la subacquea.

I nostri programmi di formazione "Open Water" prevedono un elevato margine di sicurezza, poiché ci serviamo di tecniche di insegnamento basate su oltre 25 anni di ricerca e sperimentazione. Gli studenti con limitazioni fisiche vengono preparati dagli Istruttori secondo gli Physical Performance, Standards della HSA. Il criterio HSA di valutazione della preparazione del subacqueo si basa sulle sue raggiunte capacità e sul nostro speciale sistema di certificazione Multi-level, così preciso e flessibile che ci consente di certificare numerosi subacquei disabili compresi paraplegici, tetraplegici e non vedenti. I nostri sistemi didattici permettono di insegnare contemporaneamente a subacquei con limitazioni fisiche e non, creando così un processo stimolante e d'integrazione. I subacquei Open Water HSA possono continuare il loro percorso nei livelli di certificazione Avanzati.

Brevetto "Dive Buddy"
Corsi per accompagnatori

disabile in carrozzina in piscinaMolti di noi conoscono qualcuno, un amico o un familiare, che vorrebbero coinvolgere nello sport subacqueo, oppure ci farebbe piacere avere l'opportunità di approfondire le conoscenze sulle disabilità, sulle barriere architettoniche e anche come praticare la subacquea con una persona disabile. Il programma HSA "Dive Buddy" offre a tutti i subacquei la possibilità di ampliare le esperienze allargando i propri orizzonti sottomarini scegliendo come compagno di immersione un subacqueo disabile.

Molti di noi conoscono qualcuno, un amico o un familiare, che vorrebbero coinvolgere nello sport subacqueo, oppure ci farebbe piacere avere l'opportunità di approfondire le conoscenze sulle disabilità, sulle barriere architettoniche e anche come praticare la subacquea con una persona disabile. Il programma HSA "Dive Buddy" offre a tutti i subacquei la possibilità di ampliare le esperienze allargando i propri orizzonti sottomarini scegliendo come compagno di immersione un subacqueo disabile.

Possono partecipare al corso subacquei con brevetto dall'Open Water in su, con una documentata esperienza.

Riabilitazione

Quello subacqueo è uno sport dinamico e avventuroso, per questo motivo può svolgere un'importante funzione riabilitativa per la mente, per lo spirito e naturalmente, per il corpo.
Basandosi su questo dato di fatto molti importanti centri di riabilitazione, come il St. David di Austin in Texas U.S. hanno aperto la strada all'introduzione dei corsi subacquei della HSA come parte integrante del programma riabilitativo dei propri pazienti esterni.

Accetta la sfida

Sfida significa credere a nuove prospettive e abbracciarle con emozione e spirito di avventura. Sfida significa cambiamento, nel modo di vedere noi stessi e gli altri, persino il mondo che ci circonda.

http://www.hsaitalia.it

 

Home | Corsi Padi | Corsi H.S.A | Dove Sono | Foto | Contatti | Protezione Civile | Video

                      Ultimo aggiornamento:  21-09-13